Politica

La posizione del M5S Sora verso il futuro Amministratore Unico di Ambiente s.u.r.l.

Nel prossimo Consiglio Comunale ci sarà tra i punti all’Ordine del Giorno la designazione dell’Amministratore Unico dell’Ambiente s.u.r.l.. Al riguardo, si ritiene opportuno ribadire pubblicamente la posizione del Movimento 5 Stelle Sora in merito a tale designazione.

Innanzitutto, si ritiene di fondamentale importanza riuscire ad assicurare un governo il più possibile stabile ed autorevole di Ambiente s.u.r.l.. Il conseguimento di tale obiettivo può essere fortemente agevolato dalla designazione di un soggetto in grado di ricoprire un ruolo strettamente operativo, dotato di particolare conoscenza dello specifico settore della gestione del ciclo dei rifiuti solidi urbani. Si deve, quindi, individuare una figura dotata di elevato standing professionale e manageriale per fronteggiare le sfide che la società dovrà affrontare.

La fortissima attenzione che intendiamo porre sui requisiti professionali del futuro Amministratore è fondata sulle seguenti considerazioni che intendiamo evidenziare, in primis alla cittadinanza sorana:

  • Ambiente s.u.r.l. è affidataria dei servizi relativi alla gestione dei rifiuti e alla raccolta differenziata porta a porta. Servizi che rivestono un ruolo di assoluta rilevanza nella vita quotidiana dei cittadini e delle imprese di Sora, tenuto conto degli impatti che essi sono in grado di determinare sotto il profilo ambientale, della gestione del territorio;

 

  • la società riveste un ruolo di particolare rilevanza per l’economia locale come evidenziato dagli stessi dati del bilancio societario.

 

  • la gestione dei rifiuti solidi urbani per i cittadini e le imprese di Sora determina un costo annuo di rilevante entità, attestatosi negli ultimi anni ad un valore medio annuo superiore a € 5 milioni così come risultante dai Piani finanziari TARES e TARI che nelle varie annualità l’Amministrazione Comunale ha provveduto ad approvare. Si tratta di un costo che risulta superiore a quello di numerosi Comuni che per dimensione demografica, caratteristiche del territorio e distribuzione della popolazione sono paragonabili con Sora;

 

  • una quota rilevante dei summenzionati costi che negli anni sono stati inseriti nei Piani finanziari TARES e TARI derivano dal contratto di servizio stipulato tra il Comune di Sora e la sua società affidataria secondo il modello in house providing della gestione dei rifiuti solidi urbani. Tali considerazioni, ad avviso dello scrivente, rendono necessaria la più ampia e costante attenzione dell’Amministrazione comunale sugli impatti che qualsiasi decisione di competenza di Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale, comprese quelle relative alla governance di Ambiente s.u.r.l., possa determinare su tale società e, conseguentemente, sul sistema di gestione dei rifiuti nella città di Sora.

 

Non si deve dimenticare che lo stesso Sindaco De Donatis si era espresso in campagna elettorale sulla gestione di Ambiente s.u.r.l., e lo fece, innanzitutto, attraverso il programma elettorale della sua coalizione. A pag. 17 del documento programmatico di Piattaforma Civica, nel punto 1.6. dedicato alla società Ambiente, con riferimento agli interventi prioritari ipotizzati per tale società, sono riportate le seguenti considerazioni: “La lettura del bilancio e le esperienze di alcune persone che hanno avuto incarichi all’interno di Ambiente surl ci palesano una azienda poco organizzata, con tutte le negatività discendenti. La ricetta (…) parte anzitutto dall‘implementazione di un Sistema di Gestione di ispirazione manageriale, mirante ad individuare e studiare tutti i flussi in entrata ed in uscita, determinarne i processi e i microprocessi sensibili e sottoposti a validazione, rendendo più agevole e misurato l’apporto delle risorse umane” (il grassetto che evidenzia alcuni termini è stato inserito dallo scrivente).

Sempre per rimanere in tema di interesse mostrato dal Sindaco per le vicende di Ambiente s.u.r.l. deve essere menzionata in proposito la scelta di affidare una specifica delega riguardante il nuovo piano industriale di Ambiente S.u.r.l. alla Consigliera Floriana De Donatis. Piano industriale del quale ad oggi non si ha ancora traccia.

In merito all’avviso pubblico relativo alla presentazione delle candidature non possiamo esimerci dal formulare alcune osservazioni critiche.

Avremmo preferito che in esso fosse stabilito un termine più lungo, al posto di 25 giorni, dal 6 al 31 agosto u.s.. Tale termine in pieno agosto – non certo il periodo più adatto dell’anno per la presentazione delle candidature – a nostro giudizio, non rappresenta un tempo sufficiente per rendere nota ad una vasta platea di soggetti potenzialmente interessati della possibilità di candidarsi per l’incarico di Amministratore di Ambiente s.u.r.l..

Competenza, approfondita conoscenza dello specifico settore della gestione dei rifiuti, comprovata dimostrazione di conduzione di realtà aziendali complesse. Sono questi per noi i requisiti irrinunciabili che deve possedere e che richiederemo al futuro Amministratore Unico di Ambiente s.u.r.l.

Alla direzione di una realtà aziendale così importante, patrimonio di tutti i cittadini sorani, il M5S Sora intende designare un candidato che dimostri di essere dotato di un reale grado di competenza di tipo manageriale e specifiche conoscenze nell’ambito della gestione dei rifiuti. Non ci accontenteremo di soggetti che non posseggano tali requisiti o che, peggio ancora, possano risultare espressione di vecchie logiche di lottizzazione politica, giochi di potere e interessi nascosti alla vista dei cittadini.

Il Movimento 5 Stelle Sora ha il preciso obiettivo di tutelare i legittimi interessi dei cittadini sorani e dei lavoratori della società e, pertanto, sarà vigile sulle scelte che saranno effettuate dal Sindaco e dal Consiglio Comunale su Ambiente s.u.r.l. Non esiterà pertanto a denunciare all’opinione pubblica ogni manovra che dovesse operare in senso contrario.

Tags
Show More

Related Articles

Lascia un commento

Close