News

M5S Sora – Centro Vaccinazioni Isola Del Liri a metà regime

Nell’ultimo periodo si sono riscontrate numerose proteste da parte dei cittadini che usufruiscono del Centro Vaccinazioni di Isola del Liri. In teoria, l’organico assegnato al Centro prevede la presenza di due medici e cinque infermieri, che dovrebbero lavorare in due ambulatori dedicati. Nella pratica sembra che manchino due infermieri e che una delle due stanze adibite ad ambulatorio debba essere ancora arredata, a tale scopo servirebbero una scrivania, due sedie, un lettino, un computer ed un frigorifero.
La situazione comporta che nell’unico ambulatorio realmente utilizzabile, non potendo far entrare più di un paziente alla volta, possa effettuare i vaccini un solo medico. A questo si deve aggiungere anche la carenza degli infermieri.
Ad oggi, nonostante le innumerevoli proteste degli utenti – spesso rivolte verso il personale in servizio al Centro Vaccinazioni di Isola del Liri – le cose non sono cambiate. Sono circa due anni che perdurano queste problematiche, le prenotazioni ad Isola del Liri con l’agenda elettronica sono arrivate ad agosto 2019, in evidenza si tratta di liste d’attesa abnormi ed ingiustificate. Questa è la situazione che subiscono le famiglie residenti in ben nove Comuni che hanno per riferimento tale Centro Vaccinazioni: Arce, Arpino, Castelliri, Colfelice,Fontana Liri, Isola del Liri, Monte S. Giovanni Campano, Rocca d’Arce, e Santopadre.
L’attuale situazione è scaturita da quando si è dovuto far fronte alla cosiddetta emergenza dovuta al meningococco B, iniziata alla fine di agosto 2016.
Per soddisfare le numerose richieste di vaccinazioni nel Distretto C, provenienti dai 10 comuni gestiti dal Centro Vaccinazioni di Sora – all’epoca composto da un solo ambulatorio ove lavoravano un solo medico e tre infermieri – venne costituito il famoso ambulatorio alternativo chiamato “Ambucocco” a cui vennero assegnate – per l’emergenza – due unità di infermieri in servizio al Centro Isola Del Liri. Soluzione poco fortunata, considerato che non risolse i disagi per la popolazione.
Successivamente i vertici dell’A.S.L. decisero di re-distribuire la popolazione sul territorio e, dal mese di ottobre 2017, i residenti di cinque Comuni, sono stati assegnati al Centro Vaccinazioni di Isola del Liri: Monte San Giovanni Campano, Arce, Rocca d’Arce, Colfelice e Fontana Liri.
Nel mentre, nonostante la chiusura dell’ “Ambucocco”, le due unità di infermieri ad esso aggregate non rientrarono ad Isola Del Liri, che da allora è sguarnita di personale infermieristico ed ancora munita di una sola stanza.

Si tratta in tutta evidenza di una situazione paradossale. Ricapitolando, al Centro Vaccinazioni di Isola del Liri è stata assegnata la popolazione di altri cinque Comuni del Distretto C, le carenze di organico, determinatesi dall’emergenza meningite, non sono state colmate ed a funzionare, arredato ed operativo, resta un solo ambulatorio nonostante ne siano previsti due. Questo è il modo in cui viene amministrata la Sanità nell’A.S.L. di Frosinone.

Sul punto sarà depositata un’interrogazione regionale per ricevere i dovuti chiarimenti.

Comunicato stampa

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Close